Gran Casinò a Montecitorio
Gran Casinò a Montecitorio

Ogni parola ieri, pronunciata in quella sala, aveva un peso raddoppiato rispetto al solito. Deputati e dipendenti del palazzo entravano e uscivano creando movimento a fondo sala... e io pensavo che tra loro avrebbe potuto esserci Amedeo Laboccetta (rientrato in parlamento dopo l'arresto da parte dell'antimafia) o Alberto Giorgetti o uno dei tanti loschi individui che citiamo nello spettacolo... i deputati che hanno organizzato, del m5s, erano entusiasti della riuscita, il sociologo Maurizio Fiasco dell'osservatorio ministeriale sull'azzardo ha molto elogiato lo spettacolo così come l'autore del reportage "Azzardopoli", Daniele Poto, e il resto del pubblico (gente comune entrata per la prima volta dentro il palazzo, grazie a questo evento) veniva a raccontarci le proprie storie o a dirci che vorrebbero dar vita a repliche di Gran Casinò a Roma o nei dintorni... Insomma alla fine era una replica come tutte le altre ma con un valore in più. Questo per dire che tutte le paure che Maria Chiara ed io abbiamo vissuto nei giorni precedenti sono improvvisamente svanite quando è iniziato lo spettacolo. La solita magia!
Gli "assistenti parlamentari" in divisa ci hanno detto che in quella sala non è mai stato fatto uno spettacolo, qualche volta presentazioni di libri o convegni, una volta un concertino… erano molto stupiti del fatto che qualcuno avesse organizzato una cosa del genere lì dentro.
Comunque stamattina paghiamo la stanchezza e la tensione della giornata di ieri. Siamo tutti distrutti, come dopo una partita di rugby!
Ora andiamo sul set da Paola Cortellesi, che ci ha invitati per salutarla, e poi prendiamo armi e bagagli e torniamo a Milano. Soddisfatti e convinti di aver fatto una cosa giusta.
Un abbraccio,
Fabrizio e Maria Chiara


Gran Casinò a Montecitorio
Gran Casinò a Montecitorio
Gran Casinò a Montecitorio