NL di Radio Itineraria: una curiosità green dai tre de La Rassegna Stramba!
Pubblicato il 08/05/2022


Uno dei temi cari a Radio Itineraria è certamente la crisi climatica, con tutte le problematiche che ne derivano. I cataclismi sono sempre più numerosi, si passa dalla siccità a temporali violentissimi, dai terremoti a maremoti e, sempre più stringente è il problema dello scioglimento dei ghiacciai, da cui deriva il problema dell'innalzamento del livello dei mari.


Bisognerebbe fermare tutto questo, ma intanto c'è chi cerca soluzioni per garantire condizioni di vita normali in un ambiente che"normale" non lo è più.


In questa ottica si fa strada il progetto, sostenuto anche dalle Nazioni Unite, che ha condotto alla ideazione di una città galleggiante, Oceanix, formata da diversi moduli ancorati al fondale marino, che userà quasi esclusivamente energia derivante dai pannelli solari e che produrrà cibo e acqua in modo autonomo, utilizzando torri di foreste idroponiche per la coltivazione fuori suolo.

L'idea è quella di creare un modello di economia circolare e un sistema ad hoc per lo smaltimento di rifiuti, per trasformare gli scarti in energia, materie prime agricole e materiali riciclati.

Altro aspetto cruciale è quello della raccolta e della fornitura di acqua dolce, per cui sono stati ideati appositi sistemi di filtraggio, riciclaggio e distillazione dell’acqua piovana.

La prima messa in opera avverrà a Busan, città portuale della Corea del Sud, molto esposta all’innalzamento delle acque. Qui entro il 2025 nascerà il nuovo distretto Oceanix, 75 ettari che potranno accogliere fino a 10mila abitanti, all'insegna della resilienza e della sostenibilità.

 

Buon Fine Settimana!